Lobbista e non solo. L’intervista a Bistoncini su Prima Comunicazione

Nell’epoca delle “bollesocial, delle riforme politiche annunciate in brevi video, la tendenza a discutere e a confrontarsi su decisioni pubbliche non conosce sosta.

Se specializzazione e professionalità rimangono per il lobbista due elementi imprescindibili, la necessità di presidiare efficacemente le arene di policy impone tuttavia una ibridizzazione della professione. Il decisore è sempre più influenzato da altri soggetti ed il lobbista pertanto non è più soltanto il tecnico competente dell’emendamento, che continuerà a dover essere, ma deve avere la sensibilità di intercettare come evolve e può esplodere il dibattito pubblico tenendo conto di tutto quanto fa opinione, compresi i nuovi e vecchi media.

Di queste tendenze e di come cambiano i meccanismi politici e istituzionali parla Fabio Bistoncini nell’intervista a “Prima Comunicazione.

Incidere su un contesto così fluido richiede di attrezzarsi con nuovi strumenti e strategie di presidio.

FB&Associati inquadra in questa chiave la proposta di FB bubbles: un centro di competenze che ha la funzione di sviluppare campagne di advocacy, indispensabili per intervenire nel dibattito pubblico e fare sentire la propria voce superando il rumore di fondo. Uno strumento creato insieme a MR Associati proprio per rispondere alle esigenze poste da questo inedito e complesso scenario, offrendo nuovi punti di vista in grado di smorzare con la forza dei dati le asperità del confronto più serrato e affermare la propria visuale, seminando qualche sano e costruttivo dubbio.

Buona lettura