Registro unico e sanzioni, dieci step per regolamentare l’attività di lobbying

Negli ultimi quarant’anni, in Parlamento, sono stati presentati sessantacinque disegni di legge per regolamentare la disciplina del lobbying in Italia, tutti senza speranza di essere approvati. Al contempo si assiste a un proliferare di tentativi isolati di regolamentazione delle lobby, dai singoli ministeri alla Camera dei deputati, fino alle differenti norme regionali, delineando un panorama frammentato

FB&Associati ha realizzato un paper che effettua una ricognizione sintetica ma esaustiva dello “stato delle cose” in materia ai vari livelli, identificando i tratti comunipeculiarità e nodi critici della regolamentazione del lobbying dal livello internazionale a quello sovranazionale e nazionale. 

L’obiettivo: fornire al decision maker una solida istruttoria della materia, anche di tipo comparato, necessaria ai fini della costruzione di una iniziativa legislativa volta ad introdurre una regolamentazione del lobbying anche nel nostro Paese. 

Il commento di Fabio Bistoncini, Ad di FB&Associati, nel quotidiano Il Sole 24 Ore del 21 settembre. 

Leggi l’articolo di Fabio Grattagliano